eKomi   5/5.00
>2500 clienti felici
Spedizione gratuita
100% formati liberi
Stampa personalizzata

Doypack: un tutorial per principianti ed esperti

I doypack appartengono alla categoria degli imballaggi flessibili e sono anche chiamati buste stand-up. Vengono utilizzati principalmente come imballaggio primario per alimenti, cibo per animali e integratori alimentari. Ma i doypack sono molto adatti anche a prodotti non alimentari come abbigliamento, cannabis o prodotti farmaceutici. Per la pianificazione, la produzione e il riempimento dei doypack devono essere seguite alcuni accorgimenti. Questa guida ti aiuterà a comprendere tutti gli aspetti rilevanti per ottenere il packaging dei tuoi sogni.
 
 

Tutti i componenti di una busta stand-up 

Aufbau eines Doyen-Boden und K-Seal-Boden

Fondo Doyen contro fondo K-Seal

I doypack possono essere prodotte in molti modi diversi. Soprattutto per quanto riguarda la base, esistono diverse tecniche di produzione; si distingue tra un normale fondo Doyen e un cosiddetto fondo K (K-Seal).

Le due varianti si differenziano per il modo in cui la base della busta è integrata tra la parte anteriore e quella posteriore. Il fondo Doyen ha lo svantaggio di dover ordinare uno strumento specifico per il formato. Il fondo K-Seal, invece, ha il vantaggio di poter produrre qualsiasi formato con un unico strumento.

Nella nostra produzione utilizziamo entrambe le varianti di lavorazione. Produciamo sempre i nostri doypack in formati fissi con fondo Doyen, mentre gli ordini con un sacchetto nel formato desiderato vengono sempre prodotti con un fondo K-Seal.

Doypack in plastica o carta

Una busta stand-up può essere realizzata con un'ampia varietà di materiali. Le combinazioni di materiali più comuni sono:
 

  • Plastica composite come PET/PE
  • Carta kraft come ad esempio KRAFT/PET/PP

 

A seconda del materiale, le proprietà sono diverse in termini di sensazione al tatto, immagine di stampa, conformità alimentare e riciclo. Soprattutto i doypack in carta kraft sono molto popolari, offrono un'altissima qualità aptica e trasmettono sempre un'immagine sostenibile. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, le combinazioni di materiali di carta e plastica utilizzate non sono ufficialmente riciclabili (in Germania).

Per poter riciclare un sacchetto stand-up, il materiale utilizzato deve essere costituito da un cosiddetto monomateriale (ad esempio PE/EVOH/PE). È importante che sia la pellicola che i componenti, come la zip, siano fatti dello stesso materiale (pellicola in PE + zip in PE). I materiali mono più comuni sono costituiti da mono-PE e mono-PP.

Sono disponibili anche doypack privi di plastica o compostabili a livello industriale, ma non soddisfano gli stessi requisiti elevati per le funzioni barriera necessarie, come ad esempio una barriera in EVOH. I rivestimenti interni di questi sacchetti sono spesso costituiti da lacche sottilissime o da bio-rivestimenti. In genere, queste buste hanno anche una stabilità e una durata nettamente inferiori.

Standbodenbeutel in unterschiedlichen farben
Unterschiedliche Materialien für Standbodenbeutel

La nostra gamma di materiali

La nostra gamma comprende un'ampia scelta di materiali per doypack e buste piatte. È garantito che troveai il materiale giusto per ogni esigenza:


Monoplastica riciclabile:
 

  • PE/EVOH/PE in bianco (Full-PE)
  • PE/EVOH/PE trasparente (Full-PE)


Plastiche composite:
 

  • PET/EVOH/PE in bianco
  • PET/EVOH/PE trasparente
  • metPET/EVOH/PE in argento metallizzato


Materiali in carta kraft:
 

  • Carta kraft marrone / EVOH/PE
  • Carta kraft bianca / EVOH/PE

 

Tutte le nostre plastiche mono e composite sono disponibili a scelta con superficie lucida o opaca.

I componenti di una busta stand-up

A seconda dell'applicazione, una busta stand-up può essere dotata di un'ampia gamma di componenti. Per scegliere i componenti giusti, è necessario porsi alcune domande in anticipo:
 

  • Nel punto vendita la busta sta in piedi o è appesa?
  • Il sacchetto viene risigillato dopo la prima apertura?
  • Il contenuto della busta deve essere visibile nel punto vendita?
  • Il doypack è una ricarica?
  • Viene riempito con prodotti aromatici come il caffè o il tè?


Sulla base di queste domande, è possibile scoprire se sono necessari o meno i seguenti componenti:
 

  • Sospensione con euroforo per appendere la busta nel punto vendita.
  • Zip per richiudere la busta.
  • Finestra punzonata per una prima impressione dei contenuti.
  • Beccuccio per il rifornimento dei contenitori (doypack con beccuccio).
  • Valvola per aromi per proteggere caffè o tè.
Standbodenbeutel mit Zipper und Eurolochhänung
Standbodenbeutel mit Sichtfenster

Doypack con finestra punzonata

I doypack con finestra punzonata sono particolarmente adatti per una presentazione ottimale della merce nel punto vendita. La finestra è altamente trasparente, può essere specificata in dimensioni variabili e tutte le proprietà barriera del materiale sono ovviamente ancora completamente conservate.

Per una finestra punzonata individuale, è necessario scegliere una pellicola trasparente. Questa pellicola è il prerequisito per le aree trasparenti/visibili. In tutte le aree non stampate viene automaticamente creata una finestra punzonata. Tuttavia, per evitare che le aree stampate del doypack appaiano leggermente trasparenti, spesso viene stampato un colore coprente aggiuntivo sotto l'immagine stampata. A tale scopo utilizziamo il cosiddetto bianco opaco, che garantisce che lo sfondo delle aree stampate non sia più trasparente. Per questa opzione, è possibile selezionare nel nostro calcolatore "4/0-colore Euriscale + bianco (solo per materiale trasparente".

Per sapere come questi requisiti devono essere tecnicamente implementati nei dati di stampa, consulta le nostre istruzioni di stampa per imballaggi flessibili.

Si noti che la qualità della superficie della busta stand-up influisce sulla trasparenza della finestra punzonata. Le superfici lucide sono altamente trasparenti, quelle opache sono solitamente lattiginose e quindi meno trasparenti.

Effetti metallizzati unici

Per poter realizzare design di packaging più accattivanti, offriamo la nostra pellicola per sacchetti standard anche in versione metallizzata argento. La superficie della pellicola è metallizzata su entrambi i lati e consente quindi di ottenere speciali effetti metallici. L'effetto ottenuto è paragonabile alla stampa a caldo. Il vantaggio, tuttavia, è che è possibile metallizzare qualsiasi colore desiderato. La struttura dei dati di stampa è molto simile a quella della busta stand-up con finestra.

Tutte le aree stampate che non sono supportate da bianco opaco (HPI-White) appaiono automaticamente metallizzate. Tutti gli elementi con sfondo bianco opaco (immagini, testi, forme, ecc.) non hanno effetto metallizzato.

Standbodenbeutel mit Metallic-Effekt


Doypack stampati singolarmente

Oltre alle buste stand-up non stampate, è possibile stampare singolarmente anche i doypack. A tal fine sono disponibili diverse tecnologie, a seconda del profilo dei requisiti. Il processo di stampa da utilizzare dipende principalmente da fattori quali la quantità, il formato e il numero di grafiche.
 

Tecnologia di stampa a getto di inchiostro lucido

Questo processo è una tecnologia di stampa a getto d'inchiostro a base d'acqua. La busta stand-up o piatta finita viene inserita direttamente nella stampante e stampata. La stampante è relativamente piccola e lenta (1 metro di lunghezza). Inoltre, non tutti i materiali possono essere stampati con questa tecnologia.
 
  • Materiali possibili: solo materiali con superficie cartacea.
  • Area di stampa: finestra di stampa limitata con una distanza di almeno 1 cm dal bordo del sacchetto. Inoltre, la piega inferiore del doypack non può essere stampata.
  • Quantità: 1-200 pezzi
  • Tempi di consegna: pochi giorni
  • Qualità di stampa: bassa
  • Costi di pre-produzione: nessuno.

Stampa digitale (ad es. HP Indigo)

Questo processo è una stampa digitale ad alta tecnologia in cui il materiale del sacchetto desiderato viene stampato sul rotolo. Questa macchina da stampa è utilizzata esclusivamente da stampatori professionisti ed è relativamente grande (circa 14 metri di lunghezza).
 
  • Possibili materiali: carta e pellicole in plastica
  • Area di stampa: poiché il materiale viene stampato direttamente prima della produzione della borsa, è possibile una stampa su tutta la superficie su fronte, retro e fondo.
  • Quantità: 250 - 100.000 pezzi
  • Tempi di consegna: 10-14 giorni lavorativi
  • Qualità di stampa: particolarmente elevata (paragonabile alla qualità di stampa offset)
  • Costi di pre-produzione: nessuno.

Stampa flessografica

Questo processo è una tecnologia di stampa più vecchia e consolidata, in cui il materiale del doypack desiderato viene stampato direttamente sul rotolo. A differenza della stampa digitale, la stampa flessografica comporta alcuni costi iniziali per le lastre di stampa necessarie (singoli moduli di stampa, paragonabili alle lastre di stampa nella stampa offset).
 
  • Possibili materiali: carta e fogli di plastica
  • Area di stampa: poiché il materiale viene stampato direttamente prima dell'effettiva produzione della borsa, è possibile stampare su tutta l'area del fronte, del retro e del fondo.
  • Quantità: 100.000 - ∞ pezzi
  • Tempi di consegna: 6 - 12 settimane
  • Qualità di stampa: alta qualità
  • Costi di pre-produzione: lastre di stampa / cliché
Puoi acquistare i tuoi doypack a partire da 250 pezzi e i tempi di consegna sono di 10-14 giorni lavorativi. Inoltre, con un piccolo sovrapprezzo, è possibile realizzare un numero qualsiasi di motivi di stampa/varietà. Utilizziamo la collaudata tecnologia di stampa digitale HP Indigo.

La produzione di doypack

La produzione di doypack richiede una vasta gamma di macchinari. Il processo di produzione può essere suddiviso in tre aree principali: la stampa delle buste, l'accoppiamento dei diversi materiali e infine la produzione vera e propria dell’imballaggio flessibile desiderato. Di seguito illustreremo in dettaglio ciascuno di questi processi.
 
Digitaldruckmaschine HP Indigo

Il processo di stampa

I doypack sono fondamentalmente stampati da rotolo a rotolo. Ciò significa che un rotolo di materiale non stampato viene bloccato nella parte anteriore della macchina, stampato durante il processo e riavvolto come rotolo nella parte posteriore.

I doypack in pellicola sono costituiti da due film singoli, uno dei quali viene stampato durante il processo di stampa (pellicola di stampa di 12 e 25 µm di spessore). Il secondo strato di pellicola non stampata viene aggiunto successivamente nel processo di laminazione. Il vantaggio è che l'immagine stampata viene racchiusa tra due strati di materiale. Questo protegge la stampa da influenze esterne e graffi.

Anche i doypack in carta sono costituiti da due componenti individuali. All'interno il film barriera, all'esterno la carta kraft (marrone o bianca). Durante il processo di stampa, questo materiale si trova già sul rullo nella sua composizione finale e la superficie della carta viene stampata direttamente. L'inchiostro della stampante può aderire in modo ottimale alla superficie ruvida della carta non trattata.

Laminazione delle pellicole

La laminazione è nota anche come unione di due pellicole ed è il processo chiave per le combinazioni di materiali più complessi. Durante il processo, il film di stampa molto sottile e il film di laminazione più spesso vengono uniti ad alta velocità. Uno speciale adesivo per alimenti assicura la perfetta coesione delle pellicole. In questo caso è necessaria molta esperienza, perché il risultato dipende fortemente dalla velocità, dallo spessore dell'adesivo e dalla tensione del nastro. Gli errori possono causare grinze o altri difetti del materiale.

In alternativa al processo di laminazione con adesivo, è possibile anche la laminazione con il calore, detta anche laminazione termica. La laminazione termica è particolarmente indicata per i doypack il cui contenuto deve essere trattato con il calore dopo il riempimento (autoclave).

Prozess zum Kaschieren von Folien

La produzione dei doypack

Al termine del processo di stampa e laminazione, il rotolo finito è in attesa di un'ulteriore lavorazione sulla macchina doypack. Questa macchina ha i seguenti compiti:
 

  • L'unione del fronte, del retro e del fondo della busta.
  • L'inserimento della zip.
  • Sigillare i bordi e la piega inferiore.
  • Punzonatura dell'euroforo e delle alette di strappo.
  • Separare le singole buste dal nastro.


Elevata sicurezza grazie alle barriere

Barriere di materiali diversi

Poiché la maggior parte dei doypack è destinata al contatto diretto con gli alimenti o con il cibo per animali, i materiali delle buste devono soddisfare diversi requisiti. Si tratta innanzitutto di una questione di protezione e di durata dei contenuti. Il contenuto deve essere protetto dalle seguenti influenze:
 

  • raggi UV
  • umidità / vapore acqueo
  • ossigeno

 

A seconda del contenuto, il mercato degli imballaggi flessibili utilizza materiali senza barriera, materiali a bassa barriera o materiali ad altissima barriera. Gli strati barriera utilizzati a questo scopo si dividono in barriere organiche e inorganiche. Ogni barriera deve avere uno spessore sufficiente a garantire un'adeguata protezione del contenuto.
 

  • Barriere inorganiche: ad esempio fogli di alluminio, ossido di silicio (SiOx) e molte altre.
  • Barriere organiche: ad esempio poliammide (PA), alcool etilenvinilico (EVOH), ecc.

 

Lo spessore abituale delle barriere nell'industria è compreso tra 2 e 8 µm. La barriera EVOH è una delle più efficaci contro ossigeno, aromi e vapore acqueo.

Infografik für die Funktion einer Barriere
Per tutti i nostri materiali utilizziamo una barriera in EVOH da 5 µm. Questo rende tutti i nostri materiali molto adatti al contatto diretto con gli alimenti e il cibo per animali. Naturalmente, questi materiali sono molto adatti anche per prodotti non alimentari, come maschere protettive, indumenti o semi di piante.


Domande frequenti

Cosa sono i doypack?

I doypack o buste stand-up sono sacchetti ermetici ideali per la conservazione degli alimenti grazie alle loro proprietà di stabilità e barriera. La maggior parte dei doypack sono realizzati in lamina metallica con un rivestimento barriera. Il tipo di rivestimento barriera più comune è l'EVOH. L'EVOH è una plastica che ha un ottimo effetto barriera contro l'ossigeno, gli aromi e il vapore acqueo.
Quanto costano i doypack?

I doypack costano tra 0,10 e 1,00 euro l'uno. I doypack non stampati sono più economici di quelli stampati. Il prezzo dipende anche dalla quantità, dalle dimensioni, dalla stampa e dai componenti richiesti (zip, foro europeo, ecc.).
Qual è la tiratura minima per i doypack stampati?

La tiratura minima è solitamente di alcune migliaia di buste. Grazie alla stampa digitale, possiamo offrirti i nostri doypack a partire da 250 pezzi.

 
I doypack sono adatti per gli alimenti?

La maggior parte dei doypack sono molto adatti per riempire gli alimenti. Ciò richiede una barriera come l'EVOH. Questa barriera protegge il contenuto dai raggi UV, dall'ossigeno e dal vapore acqueo. Inoltre, garantisce il mantenimento del sapore del contenuto.
Che cos'è l'imballaggio flessibile?

Gli imballaggi flessibili sono imballaggi sottili che possono essere facilmente formati. Sono spesso realizzati in lamine metallizzate o in plastica e possono essere utilizzati per una varietà di prodotti. Ne sono un esempio i cosiddetti flowpack / softpack, come i sacchetti di patatine o le confezioni di barrette.
Quali sono i sinonimi di doypack?

Esistono molti altri termini comuni per indicare le doypack, come buste stand-up, buste salva-aroma o sacchetti sigillati.
La zip è aperta o chiusa alla consegna?

Per motivi igienici e per evitare che l'interno della busta venga contaminato in qualsiasi circostanza durante il trasporto, i nostri doypack vengono sempre spediti con la zip chiusa. Tuttavia, su richiesta esplicita, possiamo anche consegnare la zip aperta.
Come vengono sigillati i doypack?
 
Per sigillare i doypack è necessaria una macchina sigillatrice. A tal fine, si possono utilizzare sigillatrici manuali standard o macchine saldatrici semiautomatiche. Una macchina sigillatrice semiautomatica sigilla circa 20 sacchetti al minuto ed è disponibile da noi.

Per un buon risultato di sigillatura sono importanti la temperatura di sigillatura e il tempo di sigillatura. Si consiglia una temperatura di 180-200 gradi Celsius e un tempo di sigillatura di 0,5-1,0 secondi.
pack-on GmbH Bewertungen mit ekomi.de
5/5